Le otto Leggi dell'Omeopatia

Tratte da “Organon dell’arte del guarire” – di Samuel C. Hahnemann:

1a Legge:     la SIMILITUDINE
Similia Similibus Curantur, ovvero
i Simili si curino con i Simili!

E’ la base fondamentale dell’Omeopatia.

Un rimedio cura gli stessi sintomi manifestati dallo sperimentatore sano a cui tale rimedio è stato somministrato (“proving”).

 

2a Legge:     la VIS VITALIS

E’ la forza Vitale.

La Vita è retta da un’Energia sintetizzante e plasmatrice che coordina gli elementi istologici, endocrinologici, umorali, biochimici e psichici dell’organismo che sono reciprocamente correlati.

Tutto soggiace all’influsso ordinatore di questa Energia, dal sistema nervoso centrale alle singole cellule dei tessuti meno “nobili”.

 

3a Legge:     i MIASMI (dal Greco MIAS significa entità silente e infettiva).
Definizione di Hahnemann: “i MIASMI sono malattie pluricentenarie che rimangono registrate per sempre, in tutte le generazioni successive”.
I MIASMI sono tre.
La prima malattia dell’Umanità è la PSORA (detta più comunemente scabia).
Le altre due sono: LUES e SICOSI.
Nessuno è esente dai tre MIASMI. 
Tutti possiedono un intreccio di MIASMI. 
In ognuno di noi prevarrà poi un MIASMA rispetto ad un altro. 

I MIASMI, volgarmente detti “tappi”, sono  ostacoli, o sbarramenti che non fanno  fluire perfettamente la VIS VITALIS. 
I MIASMI non sono altro che Energia Vitale alterata.

4a Legge:     la SPERIMENTAZIONE sull’uomo sano (“proving”).  
                 
Gli sperimentatori sono sia uomini che donne tendenzialmente
                  sani.
 
                 
Lo sperimentatore non sa quale rimedio sta sperimentando. 
                  La settimana precedente alla SPERIMENTAZIONE gli
                  sperimentatori vengono sottoposti a un colloquio per verificare
                  i sintomi mentali, emozionali e fisici di quel momento per
                  poi escluderli a SPERIMENTAZIONE avvenuta.
 
                  Le SPERIMENTAZIONI si effettuano con un rimedio dinamizzato
                  alla 30CH (Centesimale Hahnemaniana), somministrato 3 volte
                  al dì per un periodo che può variare dai 15 ai 20 giorni.
 
                 
Ogni giorno il capo SPERIMENTAZIONE raccoglierà tutti i sintomi
                  degli sperimentatori e tutte le informazioni riguardo a come si
                  manifestano (modalità).
 
                  Da ciò (in base alla Legge di Similitudine), si determina quali
                  sintomi tale rimedio potrà curare e si riporterà il tutto sulla
                  Materia Medica.

5a Legge:     l’INDIVIDUALIZZAZIONE del rimedio (un solo rimedio
                  per tutti i sintomi). 
                  Ciò, secondo i dettami dell'Omeopatia Classica
                  (“Unicista Hahnemaniana”).
 
 
 

6a Legge:      l’INDIVIDUALIZZAZIONE del malato (unicità del soggetto).
Cura del malato (in base alle sue peculiarità) e non della malattia. 
 

7a Legge:      la DINAMIZZAZIONE
E’ il processo di succussione nella preparazione di un rimedio omeopatico (secondo la Dottrina Omeopatica descritta da Hahnemann nell’ Organon dell'arte del guarire ). 

8a Legge:      la DOSE UNICA
Consiste nel somministrare un rimedio omeopatico alla volta.
Ciò, secondo i dettami dell'Omeopatia Classica (“Unicista Hahnemaniana”).

Scrivi un nuovo commento: (Clicca qui)

123homepage.it
Caratteri rimanenti: 160
OK Sta inviando...
Vedi tutti i commenti

Commenti più recenti

29.01 | 23:26

complimenti, dopo tanto impegno, ce l'hai fatta a portare avanti il tuo lavoro molto interessante! in bocca al lupo per tutto, un abbraccio forte Antonietta.

...
24.01 | 11:00

Grazie, cognatina.
Mi raccomando, continua a leggermi e a farmi sentire la tua vicinanza.
Per me è molto importante!
A presto e un abbraccione.
Tilly

...
24.01 | 10:58

Cara Filo,
ti ringrazio di cuore per il tuo scritto. Hai compreso fino in fondo il mio sentire.
Grazie ancora e a rileggerci su queste pagine.
Un bacio, Tilly

...
24.01 | 10:44

Cara Antonella,
Esiste un "protocollo" che indicherebbe le dosi "standard" in 4 gocce per 4 volte al giorno x almeno 15gg. ma è bene occorre personalizzare.

...
A te piace questa pagina